mercoledì 13 febbraio 2019

Corrado Augias: Quella mattina di luglio

Quella mattina di luglio
Corrado Augias


Una prostituta assassinata poco prima dei bombardamenti Alleati su Roma, 
un facile colpevole e l'omicidio di un gerarca fascista risolto come 
suicidio e passato per morte a seguito d'infarto. Sono gli ingredienti 
del romanzo giallo ambientato durante la Seconda guerra mondiale scritto 
dal giornalista e conduttore televisivo Corrado Augias, edito da Rusconi 
Libri



«Flaminio Prati si piegò sulle ginocchia sollevando con precauzione il 
braccio sinistro della salma. Dal cadavere seminudo si sprigionava, 
nonostante tutto, un certo fascino residuo e mentre toccava quella carne 
inerte Flaminio sentì la gola diventare di colpo arida, come se stesse 
compiendo un gesto sconveniente». Flaminio Prati è il commissario di 
polizia creato dalla penna di Corrado Augias, giornalista, scrittore e 
conduttore televisivo. Il protagonista del romanzo Quella mattina di 
luglio, in una caldissima giornata del 1943, viene chiamato per 
l'omicidio di una giovane e bella prostituta. Ma fa appena in tempo a 
vedere il cadavere e a raccogliere un involucro di lettere della 
defunta, che su Roma cominciano i bombardamenti degli Alleati. 
L'abitazione della ragazza viene rasa al suolo dalle bombe e il corpo 
scompare. Flaminio Prati si rende conto dell'inutilità di indagare su 
quella morte quando introno è pieno di cadavere e distruzione. Ma la 
soluzione del mistero sembra facile, c'è un colpevole 'ideale' da poter 
accusare: l'amico del cuore della giovane, dissidente politico e con 
precedenti.
Nel momento in cui tutto sembra risolto, però, succede qualcosa di 
inatteso: la morte di un gerarca fascista che aveva compreso l'inutilità 
di quella guerra e la disfatta per l'Italia. Suicidio da far passare 
pubblicamente per una morte a seguito di infarto, è il 'verdetto' degli 
incaricati delle indagini. Ma per il commissario Prati è chiaro fin da 
subito che si tratta di un omicidio. Un delitto che si ricollega con 
quello della giovane prostituta e ha a che fare con un altissimo gerarca 
fascista, un'intoccabile. Flaminio Prati si troverà a dover decidere se 
perseguire la verità o piegarsi alle decisioni del regime.

Torna in libreria per Rusconi Libri dopo oltre vent'anni dalla prima 
edizione, uno dei più bei romanzi di Corrado Augias, ambientato in una 
Roma dilaniata dalle bombe, dai cadaveri e dalla miseria. L'intrigo 
della narrazione si mischia perfettamente con la ricostruzione storica 
di quel luglio 1943, quando gli Alleati erano in Sicilia e sulla 
Capitale, fino ad allora considerata inviolabile, cominciarono a piovere 
le bombe. Il fascismo è a un bivio, l'8 settembre sta per arrivare, e il 
senso di disfatta del regime permea le pagine del romanzo creando 
atmosfere suggestive e inattese.
«C'erano in giro cumuli di cadavere insepolti e nuovamente dissepolti 
dalle loro tombe che ammorbavano l'aria, occuparsi di quell'unica morta 
poteva anche essere considerata un'ingiustizia, un affronto alla 
tragedia che la città stava vivendo». Nella pagine del romando di 
Augias, il singolo assassinio viene a inserirsi magistralmente in un 
contesto di morte e distruzione aprendo importanti spunti di 
riflessione, primo fra tutti: come si può cercare un colpevole di un 
unico delitto quando introno vi sono autori di genocidi che restano 
impuniti?
La risposta non è scontata, così come la narrazione del romanzo che 
tiene il lettore col fiato sospeso fino alla fine.

Valentina Vanzini: Se mi baci non vale

Titolo: Se mi baci non vale
Autore: Valentina Vanzini
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Chick lit
Collana: Digital Emotions
Prezzo: 2,99 € [in offerta a 0,99 fino al 14 febbraio 2019]
Data di pubblicazione: 5 febbraio 2019
Disponibile in ebook su Amazon e Kindle Unlimited 


Sinossi:

Amanda è una Fashion Blogger affermata e sa che bisogna essere sempre preparati e non lasciare nulla al caso, per questo pianifica ogni cosa nei minimi dettagli, perfino la sua vita privata. Ma i suoi programmi prendono un'altra direzione quando il suo fidanzato storico, rampollo dell'alta borghesia, la lascia poche settimane prima del matrimonio a causa della sua famiglia un po' matta. Lei, abituata a essere impeccabile in ogni occasione, si ritrova ubriaca al bar di un vecchio amico d'infanzia e, in preda alla disperazione, gli racconta tutto. Cesare è tutto l'opposto di ciò che Amanda apprezza: antipatico, egocentrico, cafone e soprattutto un inguaribile bastardo playboy. I due, complici i bicchieri di troppo, finiscono a letto insieme. Tutto potrebbe essere messo da parte con facilità se non fosse che il suo ex ritorna alla carica riprovando a conquistarla e se Cesare non fosse il fotografo ufficiale alla loro cerimonia... Ma l'attrazione tra loro è evidente e Amanda capisce che è impossibile avere il controllo su tutto... 

Sidney Sheldon: L'altra faccia di mezzanotte

“L'ALTRA FACCIA DI MEZZANOTTE” è un'appassionante storia
capace di fondere le atmosfere del thriller con AMORE, SESSO, ODIO E
VENDETTA: il romanzo dello scrittore statunitense più tradotto al mondo
SIDNEY SHELDON torna in libreria, edito da RUSCONI LIBRI (scheda in
allegato).

«Non aveva alcuna intenzione di assistere al processo, ma sapeva di non
potersene disinteressare. Si convinse che dipendesse dalla sua
curiosità di scoprire se lei fosse cambiata da quando avevano vissuto
insieme. Non aveva ancora ammesso che potesse esserci un'altra ragione.
La sua indole teatrale doveva ASSISTERE AL DRAMMA, per guardare
l'espressione di Noelle mentre IL GIUDICE LE DICEVA SE L'AVREBBE
CONDANNATA A MORTE O NO».

Già nelle prime pagine del libro L'ALTRA FACCIA DI MEZZANOTTE,
SIDNEY SHELDON traccia magistralmente i contorni di una storia che si fa
sempre più avvincente. Ambientato a cavallo della Seconda guerra
mondiale, il romanzo segue LA VICENDE DI DUE DONNE SINGOLARI le cui vite
si intrecceranno irrimediabilmente. NOELLE È UNA DONNA BELLISSIMA,
SENSUALE, che sa come ottenere tutto quello che vuole dagli uomini. Ma
non è in cerca di denaro, gioielli, potere: ogni sua azione ha come
obiettivo la vendetta nei confronti di Larry, l'unico uomo che abbia mai
amato.

CATHERINE È AFFASCINANTE, INTELLIGENTE e ha perso la testa per Larry,
tanto che lo sposa dopo il primo giorno trascorso insieme. Ma l'amore
tra Noelle e Larry si riaccende e i due decidono di UCCIDERE CATHERINE.

Scrittore, sceneggiatore e regista, SHELDON HA SCRITTO DECINE DI ROMANZI
DIVENTATI BEST SELLER e ha ottenuto IL PREMIO OSCAR nel 1948 per la
miglior sceneggiatura originale con “The Bachelor and the Bobby
Soxer”. Con le sue opere ha vinto anche lo Screen Writers Guild Award
e il Tony Award. Fra i suoi più noti romanzi ricordiamo "Il volto nudo
"(1970), "Uno straniero allo specchio"(1976)," E le stelle brillano
ancora "(1992), "Nulla è per sempre"(1994), "Dietro lo specchio"
(1998), "L'amore non si arrende"(2001), oltre alla sua autobiografia
"L'altra parte di me", pubblicata poco prima della sua morte avvenuta
nel 2007.

A oltre dieci anni dalla sua scomparsa, RUSCONI LIBRI HA DECISO DI
RIPUBBLICARE I ROMANZI DI SIDNEY SHELDON. Ne "L'altra faccia di
mezzanotte", del 1973, l'autore mette a nudo tutte le sue doti narrative
e la sua capacità di creare intrecci avvincenti, tanto che il libro è
diventato anche un film nel 1977, diretto da Charles Jarrott con SUSAN
SARANDON.

Si tratta del SECONDO ROMANZO DI SHELDON, capace di tratteggiare due
figure femminili volitive, protagoniste di un'avvincente intreccio da
thriller, con colpi di scena e risvolti inaspettati, storie d'amore, di
sesso e, soprattutto, di vendetta. Un romanzo che lascia con il fiato
sospeso fino all'ultima pagina.

Anita S.: April





Titolo: April
Autore: Anita S.
Editore: Butterfly Edizioni
Collana: Digital Emotions
Prezzo: 1,99 € [in offerta a 0,99 € fino al 17 febbraio]
Data di uscita: 29 gennaio 2019
Disponibile in ebook su Amazon e Kindle Unlimited 





Sinossi:

Jordan e April sanno che stare insieme è complicato: un professore e un'alunna non dovrebbero mai superare certi limiti. Ma l'attrazione che provano l'uno per l'altra è incontenibile e la voglia di conoscersi e scoprirsi è più forte di tutto il resto. A far vacillare la loro relazione clandestina è anche il padre di April che non vede di buon occhio il loro rapporto e ha altri piani per la figlia. Ricattata da lui, è costretta ad allontanarsi da Jordan senza dargli una spiegazione. Ma certi amori non puoi costringerli a reprimersi, perché ritornano ancora più forti e intensi... 

Monika M: Aquila, le vette dello Spirito

"Aquila, le vette dello Spirito" è un thriller storico
Pag 246
Self publishing
Costo E-book 2,99 euro cartaceo 10 euro

INCIPIT

Giunti che fummo in vetta l’anima mia sprofondò in quella solitudine incontaminata che ai miei più intimi pensieri mi ricondusse. Varcai l’ingresso del Santo eremo come forse avrei fatto con la porta stessa dell’inferno. Chinai il capo cercando di celare i miei fanciulleschi peccati sotto il cappuccio di scura lana.
Lo stretto cunicolo, scavato nella nuda roccia, che immetteva alle celle a noi destinate, incombeva su di una coscienza  spaventata dal castigo divino che in quel luogo faticavo ad ignorare. La mia andatura stanca era rivelata ad ogni passo che ormai strusciava al suolo ed ero grato a quel cadenzato rintocco di suole che, al pari del batter stesso del mio cuore, mi rivelava  la vita non mi stesse abbandonando.
La silente figura del maestro, che mi precedeva, rivelava la sua presenza unicamente per il respiro fattosi affannato a causa dell’impervia via che ivi ci aveva condotti. Percepii la mia inutilità di professo: nulla potevo fare per alleggerire le sofferenze che sapevo esser approdate su quel venerabile uomo alla consegna di una segreta missiva che,  all’Abbazia  Santa Maria di Pietro  Benedettino, gli venne recapitata in gran segreto.
Nulla mi era stato rivelato, nessuna spiegazione concessa. Sapevo unicamente che il monastero, a cui appartenevo, non intendeva concedere al mio maestro di interrompere il mio postulato, poiché sotto la sua guida era iniziato. Avvenne così che l’indomani mattina mi ritrovai in groppa ad un mulo che il suo seguiva.





DESCRIZIONE PER GLI STORE E QUARTA DI COPERTINA Partendo da fonti storiche originali, Monika M, costruisce un thriller storico avvincente!I Templari nascosero, in varie città europee, parte del tesoro riportato dalla Terra Santa, L'Aquila sarebbe una di queste. La narrazione prende il via alla morte del Papa Angelico, Celestino V, protagonisti un manipoli di uomini fedeli al Santo che lotteranno per impedire al successore, Bonifacio VIII, di infangare e cancellare la memoria dell'eremita della Majella. Malachia, giovane professo, redigerà in segreto un tomo che l'oscura epoca rievoca. Unicamente dopo il terremoto del 2009 il manoscritto verrà ritrovato, nella Basilica di Collemaggio, da Bramante. Quali misteri cela da sempre la città di L'Aquila? Questo l'enigma. 
Monika M
Appassionata di arte e storia, viaggiatrice cronica e sognatrice irrecuperabile. Scrivo quando non leggo, booklover a tempo pieno. Osservo molto, ma le mie storie nascono sempre da curiosità storiche. Il mio più grande pregio? L'ironia.   
Autrice dei romanzi  Margot,  Fregiate virtù ed inconfessati vizi  e Come un'isola.

lunedì 14 gennaio 2019

Anna Premoli: È solo una storia d'amore

Autore: Anna Premoli
Titolo: È solo una storia d'amore
Editore: Newton Compton
Genere: Narrativa rosa
Anno di pubblicazione: 2016
Pagine: 230

SINOSSI
Cinque anni fa Aidan Tyler ha lasciato New York sul carro dei vincitori, diretto verso il sole e il divertimento della California. Fresco di Premio Pulitzer grazie al suo primo libro, coccolato dalla critica e forte di un notevole numero di copie vendute, era certo che quello fosse solo l’inizio di una luminosa e duratura carriera. Peccato che le cose non stiano andando proprio così: il suo primo libro è rimasto l’unico, l’agente letterario e l’editore gli stanno con il fiato sul collo perché consegni il secondo, per il quale ha già incassato un lauto anticipo. Un romanzo che Aidan proprio non riesce a scrivere. Disperato e a corto di idee, in cerca di ispirazione prova a rientrare nella sua città natale, là dove tutto è iniziato. E sarà proprio a New York che conoscerà Laurel, scrittrice di romanzi rosa molto prolifica. Già, “rosa”: un genere che Aidan disprezza. Perché secondo lui quella è robaccia e non letteratura. E chiunque al giorno d’oggi è capace di scrivere una banale storia d’amore… O no? 
Un’autrice da mezzo milione di copie
Vincitrice del Premio Bancarella
Numero 1 in classifica



Aiden Tyler è un personaggio divertente. Nel senso che sa di essere bello e questo fascino non passa inosservato dalle donne che, di certo, non gli mancano. Come non gli manca la parlantina, la supponenza e un misto di disperazione per la necessità di scrivere qualcosa. Cinque anni prima aveva vinto il premio Pulizer. Il romanzo gli aveva dato notorietà, fama, prestigio, ma adesso rischia una causa dal suo editore per non aver pubblicato più nulla. A fargli pressione è il suo agente Norman, nonché amico di vecchia data.
Laurel Miller, scrive romanzi rosa con lo pseudonimo di Delilah Dee. Detesta questo nome, ma le lettrici la conoscono così e la amano per tutto ciò che lei scrive. Il suo agente, Norman, le consiglia di partecipare a un'intervista, sebbene sia un tipo schivo e riservato.
Aiden e Laurel si incontrano per caso da Starbuks e tra i due non c'è proprio affinità. Lei sembra resistere al fascino irresistibile di Aidan e Aidan vuole a tutti i costi rivedere quella donna tanto diversa dal suo solito target.
Norman, con quest'intervista proposta a entrambi, non sa a che cosa andrà incontro.
L'intervista prende subito una brutta piega: Aidan disprezza apertamente il genere "rosa", classificandolo di basso livello e insinuando che "a scrivere rosa sono bravi tutti". Laurel, che di certo non si fa mettere i piedi in testa dal primo arrivato, lo sfida a scrivere un romanzo rosa, se per lui è così semplice.
Detto fatto, lui accetta la sfida.
Non sa, però, che per scriverlo, ha bisogno della presenza di Laurel...
Laurel è una donna che sa poco di sentimenti, anche se scrive rosa, non è affatto romantica. Rimane ben salda, con i piedi per terra, sogna solo quando deve scrivere, ma la realtà è ben diversa. Lei, infatti, sa distinguere tra ciò che lei è nella realtà e ciò che scrive sotto pseudonimo. Per scrivere, ha un suo regime: la mattina, sempre nelle stesse ore, si siede davanti al computer, metodica, precisa, diligente e scrive.
Aidan, è esattamente l'opposto. Lui scrive solo quando è ispirato, ciò in qualunque momento del giorno e della notte. Soprattutto la notte. Ha bisogno di vivere, in prima persona, i sentimenti, le emozioni, ogni sensazione prima di poterla scrivere. Queste emozioni li attinge dalla presenza di Laurel.
Tra i due, litigi e battibecchi in continuazione. Aiden viene definito "zecca" da Laurel che è al limite dell'esaurimento nervoso, a causa delle sue improvvisate a ogni ora del giorno e perfino della notte. Impone la sua presenza con insistenza, ovunque lei si trovi.
Ho amato questi due personaggi, tanto diversi quanto simili.
L'autrice parla apertamente del fatto che il genere rosa sia spesso snobbato, sebbene sia quello che vende di più. Ma, a chi piace? Alle casalinghe disperate, alle donne infelici, alle persone scontente che non sanno cosa fare della propria vita? Questo, è quello che, in genere, si pensa. Ma è davvero così?
Ho due punti da sottolineare: Laurel ha un ottimo rapporto con le colleghe (cosa che nella realtà è spesso utopia), ma siccome non siamo tutti uguali, qualche autrice sa anche essere amica delle altre. Un altro punto, è che l'autore ha un trattamento diverso dall'autrice. Davvero, se una storia è scritta da un uomo, ha un trattamento, e se scritta da una donna ne ha un altro?
Misteri dell'editoria...
Fatto sta che ai lettori, poco importa. La cosa importante è leggere (leggete ciò che vi pare), ma non insultate chi apprezza un genere diverso dal vostro. Anche i lettori dovrebbero imparare a essere più tolleranti.  
In questo romanzo "rosa", troverete leggerezza, risate, litigi e amore, ovvio. Una piacevole lettura che consiglio.


T.R: Ragan: La tela dell'assasino

Autore: T.R. Ragan
Titolo: La tela dell'assassino
Editore: Newton Compton
Genere: Thriller
Anno di pubblicazione: 2017
Pagine: 321

SINOSSI
Agghiacciante come Jo Nesbø
Un bestseller internazionale
Un grande thriller
Lizzy Gardner è felice. Ha appena trascorso una serata romantica con Jared, il suo ragazzo.
 Ma poco dopo averlo salutato per tornare a casa, il suo sorriso si spegne e per la diciassettenne inizia l’incubo. Lizzy viene rapita e la mattina successiva si risveglia incatenata e imbavagliata, in balia delle perversioni di un serial killer soprannominato l’Uomo Ragno, che terrorizza le sue prede prima di ucciderle. Lizzy però riesce a sfuggire alla morte, unica tra le vittime designate, anche se la polizia non troverà mai quell’assassino spietato. Quattordici anni dopo, Lizzy è un’investigatrice privata che nel tempo libero insegna tecniche di autodifesa a ragazze giovani. Ha tentato di lasciarsi alle spalle il suo ingombrante passato, di dimenticare di essere “l’unica che è riuscita a scappare”. Ma una telefonata di Jared, diventato nel frattempo un agente speciale dell’FBI, sconvolge di nuovo la sua vita. L’Uomo Ragno è tornato in azione, e ha un unico obiettivo: ritrovare Lizzy e chiudere i conti di un gioco mortale iniziato molto tempo prima.
«Spaventoso.»
«Implacabile.»
«Perfetto.»
Un’autrice da oltre 2 milioni di copie
Un rapimento feroce. Un incubo senza fine. Un assassino che torna dal passato…




Questo libro mi era stato regalato per il mio compleanno, ad agosto, ma ho iniziato a leggerlo (come potete vedere dalla foto) nel periodo natalizio.
Lizzy era un'adolescente come tante, fidanzata con Jared. Una sera, per non far vedere al padre di essere stata con il ragazzo, si fa lasciare un po' prima di casa sua e viene rapita.
Il rapitore è un serial killer che sceglie con accuratezza le sue prede: tutte adolescenti. Lei sembra essere stata rapita per sbaglio, ed è l'unica che riesce a scappare e rimanere viva.
Quattordici anni dopo, ritroviamo Lizzy donna. Lavora come investigatrice privata e insegna autodifesa alle ragazze.
Mentre lotta ancora con i fantasmi del passato, nonostante si pensi che "Spiderman" (così è chiamato il serial killer) sia stato arrestato, lei non riesce a ritrovare la serenità di un tempo. Nessuno, in realtà è fermamente convinto che si tratti della stessa persona, ma di un emulatore.
In questi quattordici anni, lei non è la sola a sentirsi smarrita. Anche Jared, nonostante abbia fatto carriera diventando un detective dell'FBI, nutre qualche rimorso nei confronti della sua, allora, fidanzata. Pensa che se l'avesse accompagnata fino alla porta, tutto questo inferno non sarebbe successo e loro, probabilmente, sarebbero rimasti sempre insieme.
Anche Chaty, sorella di Lizzy, la rimprovera di molte cose, soprattutto del matrimonio fallito dei genitori.
Spiderman, è tornato. Vuole riprendersi Lizzy, così ricomincia a rapire delle ragazze, a ucciderle e le lascia dei messaggi. Messaggi che l'FBI ha intenzione di recapitarle per capire in quale direzione muoversi. Così, dopo ben quattordici anni, Jared e Lizzy si ritrovano insieme, in cerca dell'assassino...
La trama, all'inizio, è un po' lenta. La parte movimentata arriva oltre la metà del libro, ma la scrittura piacevole e intrigante, riesce comunque a tenere il lettore interessato alla vicenda.
Ovviamente, il lettore inizia a formulare le proprie ipotesi, escludendo ora un personaggio ora un altro. Sospettando di tanti che, in realtà, all'inizio, non appaiono.
La lettura è avvincente, seppure non rientra tra i thriller più memorabili che abbia letto. Comunque, rimane una piacevole compagnia.